• Home
  • |
  • Blog
  • |
  • Esprimere il proprio punto di vista è il “segreto” per differenziarsi

Esprimere il proprio punto di vista è il “segreto” per differenziarsi

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • Esprimere il proprio punto di vista è il “segreto” per differenziarsi

Last updated on Giugno 28, 2022

Esprimere il proprio punto di vista è il "segreto" per differenziarsi - Marketing Olistico

Sappiamo quanto oggi sia diventato difficile “spiccare” tra la folla di persone, considerato anche il piccolo spazio che questo paese occupa nel mondo (spesso dimentichiamo che solo in Italia si parla la nostra lingua), per questo cerchiamo disperatamente un “modo” per renderci unici.

Tutti intorno a noi, tra coach, business mentor, ecc, ci dicono: “scopri in cosa sei unico/a” e noi, quando sentiamo questo, restiamo sempre un pò interdetti, come se, quelle parole, fossero belle da sentire, ma senza una reale spinta.

Mentre scrivo questo articolo mi rendo anche conto che sia un paradosso, infatti, in onestà mi chiedo: a che punto siamo arrivati se, nel 2022, un articolo dal titolo “Esprimere il proprio punto di vista è il “segreto” per differenziarsi” diventa così importante?

"Il più grande spreco del
l'universo è un cervello che ha perso
la sua capacità di interrogarsi".

Albert Einstein

Secondo me, non a un buon punto.
Secondo me, questo significa che, sempre di più, si fa strada l’omologazione dei cervelli, dei modi di pensare, questo unito con una arroganza di fondo, data dalle grandi aziende e lobby, che sono estremamente interessate a far passare alcune omologazioni come “progresso” o, peggio ancora “pensiero critico della persona, non inculcato da nessuno”.

Si Marco ho capito che lo è, ma non posso sempre dire la mia…

Quando spiego questo alle persone, la dinamica è sempre la solita:

  • Mi danno ragione e dicono che è molto importante avere una propria opinione 
  • Mi congedo da loro e, quando li rivedo, mi avvisano di aver scritto o creato un contenuto usando le loro opinioni
  • Vedo il post che hanno scritto e noto sempre la stessa dinamica il 99% delle volte…

L’OPINIONE CHE ESPONGONO TORNA AD ESSERE IDENTICA A QUELLA DI CHIUNQUE ALTRO.

Sempre la solita minestra, trita e ritrita, magari anche usando le stesse parole del leader di settore e, con fare convinto mi dicono con fierezza: “Allora? visto?”

Non si rendono conto che manca loro la capacità di discernimento e di giudizio.
Non si rendono conto che non hanno una loro opinione perché l’opinione degli altri è diventata la loro.

Tra le 50 sfide che abbiamo per il futuro (tra cui cambiamento climatico, acqua pulita, parità dei sessi, ecc) c’è anche LA CAPACITÀ DI PRENDERE DECISIONI.

Ci rendiamo conto?!

LA CAPACITÀ DI PRENDERE DECISIONI È UNA SFIDA PER IL FUTURO

Questo significa che la gente non lo fa più, e succede perché dove avete studiato vi insegnano che le procedure sono al primo posto.

Vi dicono cosa pensare e come procedere.

E, se quando ti chiedo di scrivere la tua opinione, la tua opinione è identica agli altri, mi spiace: MA RICADI ANCHE TU IN QUELLA CATEGORIA

Ricadi anche tu in quella categoria quando il tempo di risposta è breve, e quando è identica al mare magnum del mainstream.

Quando ti spiegano cosa pensare e come procedere è come essere imboccati in un “fast food” di informazioni: sei passivo a quello che arriva, ma passivo in un modo brutto, becero, negativo, senza giudizio alcuno.

Ti ritrovi così ad essere un ROBOT che riproduce opinioni altrui senza sapere di esserlo, peggio ancora, vai in giro a dire che SEI TU.

Questo è il grande guaio.

SEI CONVINTO DI ESSERE QUELLA FALSA ORIGINALITÀ

Cosa succede ad essere imboccati?

Che si perde la capacità di attrarre il pubblico per delle TUE qualità e difetti, potendo così solo fare affidamento agli strumenti o, ritrovandoti così nella situazione in cui si trovano MILIONI DI PROFESSIONISTI OGGI:

– ASPETTANO GLI AGGIORNAMENTI DAI LEADER DI SETTORE.
– ATTENDONO CHE L’OPINION LEADER DI TURNI “EROGHI” LA SUA GENIALITÀ.
– IL TUTTO, IN TOTALE PROSTRAZIONE E ACCETTAZIONE DI QUESTA “SCHIAVITÚ”.

QUINDI? COSA POSSIAMO FARE?

Quello che va fatto è RE-IMPARARE A PENSARE.

Il COSA PENSARE, quello lo sai già: è il “COME”, che manca totalmente.

Molti di noi sono imboccati fin dalla nascita e hanno anche lauree, ma sono lauree prese per “imbocco di informazioni”, non c’è un opinione propria, semplicemente si sanno un elenco di cose da applicare a “situazione x”.

RE-IMPARARE COME IMPARARE.

Come impariamo ad imparare?
FACENDO DOMANDE MIGLIORI.

Come facciamo domande migliori?

  • Smettendo di fare domande “sicure” (cioè senza contraddittorio, parlando di cose che non ci mettano in cattiva luce)
  • Iniziando a fare domande “selvagge”, domande che siano sfidanti per il sistema e per le persone, domande “eretiche”
  • Iniziando a fare domande che vanno in profondità, che obblighino chi risponde a non dare una risposta scontata, ma ad impegnarsi e a mettere la testa li…
  • Domande che portino ad azioni
  • Domande che “demistificano” lo sconosciuto

LE BUONE DOMANDE DA PORSI

Buone Domande espongono i nostri preconcetti

Buone Domande espongono il fatto che, in realtà, non conosciamo così bene quello di cui stiamo parlando, come in realtà pensiamo.

Buone domande ti espongono al realtà che forse, fino ad ora, hai cercato di essere ascoltato, anziché ascoltare.

Buone domande ci mettono di fronte al fatto che, facendo tutti domande per essere ascoltati, si insegnano gli altri a fare domande per essere ascoltati, ma se iniziassimo tutti a fare domande per ascoltare, in ogni settore qualcuno avrebbe delle opinioni.

In un era in cui i computer saranno sempre più veloci a dare risposte, dovremo essere pronti a fare domande migliori, o saremo superati in pochissimo tempo.

Questo è il fatto.

ora, veniamo alle domande (perché so che l’assuefazione da “come fare” è forte e sicuramente la domanda che hai ora è “OK, QUINDI? COME SI PONGONO QUESTE DOMANDE?”)

(Cosciente che tu sia ancora in quello spazio “vecchio” di non ascolto, procediamo…)

Impariamo a farci i cazzi loro, non ad essere curiosi.

Essere curiosi non è lo spazio corretto: troppo “Fabio Volo”, bello da sentire e filosofico, ma non rende l’idea.

Noi qui dobbiamo farci i cazzi loro, per loro, non intendo per forza “della persona”, ma i cazzi del settore, del gruppo, di quel soggetto.

Delle domande personali potrebbero essere: (ogni domanda è modulabile rispetto al settore/persona/gruppo di interesse verso cui abbiamo interesse a sapere)

  • Quali rischi si corrono? (a essere, fare quella cosa/quella persona/quel genere/quel settore)? 
    • È veramente così? E cosa dice chi la pensa al contrario?
  • Cosa si da per scontato? (lo stesso format di sopra)
    • È veramente così? 
  • Chi ha iniziato tutto questo? 
    • cosa si prefiggeva? Siamo sicuri ci sia riuscito? E se non fosse così? Chi pensa il contrario in questo?
  • Su cosa ci sono dubbi? 
    • Chi/cosa li alimenta? È certo che sia quello? Se non fosse quello? Se fosse altro? Cosa dice chi pensa che sia altro?
  • Su cosa c’é rassegnazione?
    • da cosa nasce? c’è stato un fatto? Cosa dice chi è sicuro che sia accaduto per quel motivo? quali domande si pone?
  • Ci sono due tipi di persone in questo mondo/settore/gruppo: quali sono?
    • Cosa afferma chi non è d’accordo?
  • Su quale carrozzone sei in quel settore?
    • Se non sei in nessun carrozzone, in quali vedi gli altri?

Molto bene, arrivati qui in fondo spero che ora avrai compreso bene che, per avere una propria opinione è necessario porsi le giuste domande.

Nella pratica, tutto questo “movimento” è riassunto dentro un percorso che faccio con coach, counselor, operatori olistici e chiunque sia interessato a creare un proprio personal branding, proprio perché, il proprio “questionare il sistema” diventa il nostro brand, il nostro marchio di fabbrica.

Il percorso si chiama:

CREAZIONE DEL MESSAGGIO AUTENTICO 

È un percorso in 5 video lezioni Dedicato a Coach, Counselor e Terapeuti e Operatori Olistici che desiderano creare una presenza online autentica, attraverso un messaggio chiaro, raggiungendo il pubblico nel loro spazio, ma rispettando anche il nostro tono di voce.

Se mi hai visto in video e nei post, avrai sentito quanto metto davanti concetti come missione e chiarezza di linguaggio, piuttosto che il virtuosismo o l’estetica.⁣⁣

Voglio aiutare anche te a esprimerti così e farti seguire per come sei realmente e mettere delle radici salde che partano da uno spazio “comodo” dove non devi sforzarti di essere diverso da come sei tutti i giorni.

⁣⁣

COME FUNZIONA?

Sono 5 video pre-registrati da di circa 60 minuti, ogni video ha degli esercizi e dei consigli da mettere in atto, poi, per qualsiasi domanda c’è il gruppo Telegram integrativo assieme alla sessione gratuita.

✔ UN VIDEO INTRODUTTIVO CON I CONCETTI FONDAMENTALI DA COMPRENDERE PRIMA DI PARTIRE

Sessione 1⁣⁣

Trovare il focus dei tuoi contenuti tornando alle tue passate esperienze.⁣⁣

Cerchiamo di capire insieme come la vita ti ha preparato ad aiutare gli altri, attraversi i contenuti.⁣⁣

⁣⁣

Sessione 2⁣⁣

Dopo aver identificato il focus a partire da te, esploriamo il mondo attraverso gli occhi delle persone che aiuti e specifichiamo insieme un’area di argomenti su cui basarti, da oggi in poi.⁣⁣

⁣⁣

Sessione 3⁣⁣

Rafforzeremo il tuo punto di vista in modo che tu possa creare contenuti attraverso questo nuovo obiettivo e lasciare un imprinting nel cuore e nella mente del tuo pubblico.⁣⁣

⁣⁣

Sessione 4⁣⁣

Ti mostrerò come creare un’offerta basandoti su questa modalità di creazione del messaggio. Ti darò anche dei pdf dove cominciare subito a strutturare contenuti.⁣⁣

⁣⁣

Dopo aver completato l’ultima fase…⁣

Potrai confrontarti con gli altri corsisti e me pubblicando prima nel gruppo privato su Telegram, per essere sicuro/a che i tuoi contenuti siano in linea con il tuo nuovo messaggio autentico. 

Assieme a questo, il gruppo Telegram è anche il luogo dove, durante l’anno condivido dei contenuti esclusivi solo per il gruppo, che ritengo essere di valore per la direzione autentica che stiamo seguendo, assieme a offerte dedicate solo ai corsisti.

COSA RICEVERAI DA ME:

★ 5 Video pre-registrati da 60/90 Minuti su come creare il tuo messaggio autentico + 1 Sessione da 90 minuti su Zoom (registrata) con me per domande e risposte.

★ Invito al gruppo Telegram (a vita) dove potrai confrontare il tuo contenuto, prima di pubblicarlo online e ricevere risposte alle tue domande sul tema.⁣⁣

★ Una guida passo-passo su come fare tutto quanto che puoi andare a rileggerti e scaricare quando vuoi per migliorare le tue offerte con il messaggio autentico e semplificare così la tua presenza online, a te e agli altri. All’interno ci sono più di 15 pag. di contenuti + qualche altra cosa che pubblicherò nel gruppo saltuariamente.

★ Un foglio di gruppo aggiuntivo per condividere con gli altri il tuo messaggio e ricevere feedback, sia sulla risorsa stessa, che nel gruppo privato (pubblicando il proprio messaggio).

Dopo l’acquisto, ti arriverà una mail di conferma e il giorno di inizio ti arriveranno tutti i link per entrare nel gruppo e per scaricare video e risorse.⁣⁣

★ Tutte le slide del percorso in formato PDF assieme alle risorse aggiuntive.

Per informazioni clicca qui


Buon lavoro e fammi sapere se hai domande sulle “domande”

😉

Chi sono

In un mondo in cui il "vendere" arriva prima dell'aiutare, è diventato difficile per chi, come te, si dedica agli altri per vocazione...

Marco Munich è un consulente marketing che, attraverso un marketing etico ed estremamente personalizzato, aiuta Life Coach, Counselor e Professionisti dell’olistico a creare contenuti intuitivi, che arrivano al cuore delle persone, raggiungendole nel loro spazio.

>