• Home
  • |
  • Blog
  • |
  • Come scrivere articoli migliori e più velocemente

Come scrivere articoli migliori e più velocemente

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • Come scrivere articoli migliori e più velocemente

Last updated on Settembre 27, 2022

Scrivere articoli migliori, più velocemente - Marco Munich - Marketing Olistico

“Marco, io di solito non ho molto tempo, come faccio scrivere articoli più velocemente?”

Questa è stata la domanda che ha fatto partire la mia ricerca online.


Quello che ho trovato è veramente fantastico e spero possa aiutare molti, sicuramente se aiuta te considera di condividere l’articolo!

Partiamo da un presupposto:

Questa non è una formula magica ma un ottimo modo di operare quando si creano dei contenuti.

Quello che voglio spiegarti è come utilizzare quelli che si definiscono “Modelli di contenuto”, cioè delle “scatole” all’interno del quale andremo a riempire con le nostre argomentazioni e, senza accorgercene, avremo un articolo pronto.

La struttura base di un articolo

Universalmente, un contenuto ha questo aspetto:

La struttura base di un articolo - Marco Munich - Marketing Olistico

Titolo e Introduzione che spiegano di cosa tratta l’articolo, per chi è e perché dovrebbe interessarmi leggerlo.

Il modello di contenuto che è dove spieghiamo il cuore della nostra idea o argomentazione, cercando, dove possibile, di essere il più schematici possibile, se c’è una metodologia “a passi” questo è ancora meglio.

Conclusione e Richiesta di azione va a concludere il tuo articolo. 

Qui ricordiamo qualcosa al tuo pubblico, un percorso, iscriversi al tuo canale telegram, fare una raccomandazione o qualsiasi altra cosa tu voglia invitare a fare al pubblico.

Anche se non li invitiamo a fare nulla, cmq risulta organizzato e ordinato, perciò ha sempre un suo senso invitare all’azione.

In questo articolo, però, parleremo esclusivamente della parte centrale, il modello di contenuto.

Cos’è un modello di Contenuto?

Il modello è un tipo di stesura del contenuto che viene ripetuto sempre ad ogni post. La versione più classica è un post con una lista, perciò ogni elemento della lista ha un’immagine, un titolo e il testo riferito.

Per ogni elemento, lo stesso schema è ripetuto, come vedi in immagine:

Schema ripetizione contenuti - Marco Munich - Marketing Olistico

Uno dei vantaggi di questa struttura “a lista” è che non ti devi sforzare troppo di trovare il modo giusto di scrivere, ma elencare semplicemente gli elementi, spesso anche io utilizzo questa modalità.

Qui sotto ne vediamo 4: 

Modello 1 – “Cosa, Perché, Come”

Modello 1 Cosa, Perché e Come - Marco Munich - Marketing Olistico

Il titolo è un riassunto della sezione di cui stiamo parlando, può essere un prodotto che stiamo recensendo, una spiegazione “in 3 passi” (possono essere quanti ne vuoi tu). Qui veicoliamo l’idea principale che vuoi portare.

La prima sezione, il “cosa”: qui elaboriamo il titolo descrivendo dettagliatamente, cerchiamo di pensare in modo molto semplice ricordando che hanno appena iniziato a interessarsi all’argomento.

La seconda sezione, il “perché”: spieghiamo perché “conta” fare questa cosa, o perché conta questa opinione. Perché stai parlando di questo argomento? Perché questo passaggio è fondamentale? Queste sono le domande corrette da porsi per questa sezione.

La terza sezione, il “come”: Cosa ce ne facciamo di questa nuova tecnica o di questa nuova informazione? Qui spieghiamo al pubblico come mettere in pratica l’idea principale all’interno del nostro metodo/processo lavorativo o qualsiasi cosa sia.

Modello 2 – “Persona, Problema, Soluzione”

Modello 2: Persona, problema, soluzione - Marco Munich - Marketing Olistico

La prima parte descrive la storia o la persona, aiuto il lettore a comprendere il contesto per farsi un’idea di dove si trova e chi sta parlando.

La seconda parte, invece, va diretta sul problema che questa persona o situazione presenta. Può essere un ostacolo da superare o una sfida.

La terza parte è la soluzione al problema che il nostro “protagonista” mette in atto.

Questo è il formato più simile a quello di una storia, aiuta infatti il lettore a immedesimarsi nel personaggio e sentire sulla sua pelle come ci si sente una volta risolto il problema seguendo queste “istruzioni”. Per i più esperti: è una sorta di “viaggio dell’eroe”, molto sintetizzato.

Modello 3 – “Pro e Contro + Azione”

Modello 3: "pro e contro" - Marco Munich - Marketing Olistico

La prima parte è chiaramente dedicata ai “Pro” di quello di cui stiamo argomentando, la parte positiva insomma. Quello che ti piace di quel prodotto e, se hai delle esperienze passate a conferma di questo, va bene esporle qui,

La seconda parte è dedicata ai “Contro”, cioè quello che non ti piace di questo argomenti/prodotto/servizio. Stessa cosa dei “pro”, ma al contrario. Anche qui, se hai esperienze che confermano la veridicità dei contro, scrivile qui.

La terza parte è il riassunto o ciò che possiamo aver compreso dalla totalità dei due insiemi “Pro e Contro”, potrebbe anche essere un terzo confronto dove si compara con un terzo prodotto o servizio. Qui decretiamo se è qualcosa che va bene fare o acquistare, oppure no.

Modello 4 – “Fatti e Opinioni”

Modello 4 - “Fatti e Opinioni” - Marco Munich - Marketing Olistico

Questo tipo di modello è ideale per tutti quei contenuti in cui tiriamo fuori fatti, statistiche e opinioni personali su un determinato argomento.

È molto semplice da comprendere: 

Abbiamo una prima parte che introduce all’argomento, e una seconda parte in cui apriamo alla nostra opinione o dove svisceriamo le statistiche ed entriamo in profondità, sempre seguendo il nostro filo conduttore. 

Sempre molto importante nella seconda parte dare un contesto e cercare di portare chi legge dentro l’argomento assieme a noi, spiegando anche le ovvietà, perché non tutti sono esperti.

Fare liste o riportarle da “studi scientifici” in questo caso è un’ottima pratica.

Cose da ricordare:

Utlizza le immagini perché forniscono la maggior parte della struttura visiva e portano ancoraggio alle tue idee facendola ricordare meglio, sempre cercando di fornire immagini che aiutino a comprendere meglio e non invece immagini che sviano dall’argomento o che sono “troppo belle”.

Quello che consiglio, dove possibile, è di utilizzare immagini per ogni capitoletto, come in questo mio articolo.

I modelli vanno utilizzati come strumenti, e forse inizialmente non sarà molto semplice, richiederà un pò di sforzo forse, ma se restiamo dentro questo modo di lavorare, i risultati non tarderanno ad arrivare, sempre compatibilmente con la nostra capacità di entrare nell’argomento portando qualcosa di interessante per le persone, nell’ottica di aiutarle veramente a risolvere un problema e non a vendere loro un programma, ricordiamo sempre che siamo qui prima per aiutarli.

Ad un certo punto ti verrà naturale andare verso questi modelli e non ti accorgerai nemmeno che li starai utilizzando.

Spero ti aiuti a creare contenuto migliore. 

Se hai qualsiasi domanda, scrivimi su Telegram

Ti piacerebbe scrivere facendo emergere la tua parte autentica?

CLICCA QUI

Chi sono

In un mondo in cui il "vendere" arriva prima dell'aiutare, è diventato difficile per chi, come te, si dedica agli altri per vocazione...

Marco Munich è un consulente marketing che, attraverso un marketing etico ed estremamente personalizzato, aiuta Life Coach, Counselor e Professionisti dell’olistico a creare contenuti intuitivi, che arrivano al cuore delle persone, raggiungendole nel loro spazio.

>