.st0{fill:#FFFFFF;}

Pagare vs Scambiare 

 Luglio 18, 2020

Scritto da  Marco Munich

Quando parli delle transazioni che hanno a che fare con il tuo lavoro, usi il termine “pagare” o “scambiare”?

Per esperienza, noto che, durante le chiamate che faccio con i miei potenziali clienti (o anche con quelli che sono già all’interno di un mio percorso), quando si utilizza la parola “pagare”, c’è sempre di sottofondo un mindset sbagliato, che vede le cose solo dallo spazio del bisogno.

Lo spazio dello scambio

Ḕ importante invece capire che dobbiamo entrare nello spazio dell’aiuto, e il come ha a che fare con te. Se tu infatti conosci la tua narrativa, puoi farti aiutare. A questo proposito posso dirti che ci sono persone specializzate che possono aiutarti nel valorizzare il tuo messaggio autentico senza dare la precedenza a quello del bisogno.

A quel punto ti verrà naturale ed istintivo entrare nello spazio di scambio. Questo non significa che comincerai ad utilizzare la parola “scambio”, perché quando si tratterà di vendere i tuoi prodotti dovrai chiaramente utilizzare la parola “pagamento”. Vedendo però questa sotto lo spazio dello spazio dello scambio farà tutto un altro effetto.

Questa significa infatti che io do il mio tempo in cambio di qualcosa.

Non potendomi dare il tuo tempo, la moneta (cioè il pagamento) serve a fare questo “scambio veloce”. Si potrebbe anche usare il termine “baratto”, però è molto importante che si senta sempre questa voglia di scambiare.

Anche i clienti devono fare qualcosa in cambio

Non ci deve essere invece un’idea del tipo

Io do dei soldi a te e tu mi devi risolvere il problema

perché questo crea delle condizioni che sono un po’ velenose. Nel nostro lavoro la cosa funziona infatti spesso come un “dare dei soldi per ottenere qualcosa”.

Noi però sappiamo che i clienti non devono pretendere, ma fare anche loro un’azione specifica. Spesso succede perciò che

  • Loro hanno pagato
  • Noi gli abbiamo dato delle istruzioni da seguire
  • Queste non hanno funzionato perché magari in quel momento non erano pronti a causa della loro narrativa
  • I clienti danno la colpa a noi

Purtroppo questo può capitare perché, quando si ha a che fare con il fattore umano, c’è sempre un tasso di imprevedibilità, che non si può risolvere. Forse da un lato è meglio così, perché altrimenti questo lavoro sarebbe un mero scambio di informazioni o di servizi.

Entrare invece nello scambio, e cominciare ad utilizzare questo termine, fa sicuramente bene a entrambe le parti, sia a chi parla che a chi riceve l’informazione. Un esempio può essere di proporre un corso che vale 500 euro e in cambio il cliente dovrà fare un tot di cose.

In questo modo entriamo già in uno spazio di scambio perché, prima ancora di effettuare il pagamento, le persone sapranno che devono fare qualcosa in cambio, e non aspettarsi che arrivi la soluzione.

In conclusione:

Viviamo in un mondo in cui purtroppo, anche quando si parla di coaching e di counseling, dall’altra parte si aspettano una soluzione senza fare niente. Ovviamente sappiamo che non è così che funziona.

Ti consiglio quindi di cominciare ad utilizzare la parola “scambio”. Spero che possa aiutarti nella tua attività e che faccia capire sia te che al tuo cliente a capire che uno scambio non è un obbligo da parte di nessuno.

A presto!

Creazione Messaggio Autentico - Marco Munich Consulente Marketing per Coach, Operatori Olistici e Terapeuti
Per informazioni sul percorso, clicca nell’immagine

Se ti risuona e vuoi sviluppare il tuo Messaggio…

Considera di iniziare un percorso con me attraverso 3 mesi di lavoro per la Creazione del tuo Messaggio Autentico.

Si tratta di 4 Video Lezioni + Bonus dedicate a Coach e Counselor e Terapeuti che desiderano creare una presenza online autentica, attraverso un messaggio chiaroche venga dal cuorerispettando il proprio tono di voce.

Se è qualcosa che ti risuona e desideri avere più informazioni, vai qui

Facebook Comments

Marco Munich


In un mondo in cui il "vendere" arriva prima dell'aiutare, è diventato difficile per chi, come te, si dedica agli altri per vocazione... Marco Munich è un consulente marketing che, attraverso un marketing etico ed estremamente personalizzato, aiuta Life Coach, Counselor e Professionisti dell’olistico a creare contenuti intuitivi, che arrivano al cuore delle persone, raggiungendole nel loro spazio.

>