.st0{fill:#FFFFFF;}

Esiste un altro metodo per insegnare, oltre a quello classico 

 Settembre 5, 2020

Scritto da  Marco Munich

Per insegnare ci sono due modalità e magari già le conosci e utilizzi durante il tuo lavoro.

Il primo metodo è quello tradizionale, in cui tu parli “dalla cattedra” e le altre sono sedute all’interno di una ipotetica classe. Il secondo metodo invece, che sta cominciando a diffondersi ultimamente, è l’insegnamento “in risposta”.

Questo consiste nel creare le condizioni tali per cui chi partecipa alla lezione mi ponga delle domande. La situazione può essere un percorso, un video, o qualsiasi altra cosa per cui tu immetti una informazione nel mondo e questa fa scaturire una domanda o semplicemente una circostanza per cui tu possa rispondere.

Come usare il secondo metodo

Ḕ importante conoscere entrambe le modalità di insegnamento, perché spesso molte persone non si trovano bene ad utilizzare il metodo tradizionale. In questo caso il secondo metodo potrebbe essere d’aiuto, a patto però di sapere creare le condizioni tali per cui le persone verranno da te a chiedere delle cose.

Potresti ad esempio creare dei contenuti che facciano porre alle persone delle domande. Vanno benissimo anche contenuti polarizzanti, che provocano e creano una domanda nelle persone, da cui poi si potrebbe passare a qualcosa di qualitativamente migliore, come un corso.

A me spesso capita infatti di notare la differenza tra quando spiego le cose in un video e quando le spiego durante un corso. In questo modo puoi riuscire a trovare la situazione migliore per te per cominciare ad avviare un’attività in cui parli di aiuto alle persone.

In conclusione:

Le due metodologie possono valere non solo per coach e counselor, ma anche per gli insegnanti in generale. Inoltre sono quelle che nel tempo mi sono sembrate le modalità principali con cui possiamo rapportarci e condividere meglio delle informazioni.

Dal mio punto di vista la seconda è ottimale. Si creano quindi le condizioni per cui ci possa essere un dibattito e poi da questo far partire qualcosa (corso, ecc…), sulla base delle reazioni rispetto a questo.

Dal dibattito potrebbero anche nascere delle idee per dei nuovi contenuti; a questo proposito ti invito a partecipare al corso gratuito “Come Metterci la faccia”, che ti aiuta a creare contenuti sulla scia dell’agire in risposta.

Spero che l’articolo ti sia stato utile; nel caso tu abbia dei dubbi sull’argomento ti invito a contattarmi e sarò felice a rispondere alle tue domande.

A presto!

Facebook Comments

Marco Munich


In un mondo in cui il "vendere" arriva prima dell'aiutare, è diventato difficile per chi, come te, si dedica agli altri per vocazione... Marco Munich è un consulente marketing che, attraverso un marketing etico ed estremamente personalizzato, aiuta Life Coach, Counselor e Professionisti dell’olistico a creare contenuti intuitivi, che arrivano al cuore delle persone, raggiungendole nel loro spazio.

>