• Home
  • |
  • Blog
  • |
  • E se il cliente non sa cosa vuole?

E se il cliente non sa cosa vuole?

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • E se il cliente non sa cosa vuole?

Last updated on Settembre 29, 2021

This dress is perfect. Young beautiful smiling woman makes choice when shopping at a store

Molto spesso…

Viene consigliato di chiedere alle persone della propria lista contatti qual è la loro più grande sfida.

Queste persone ti daranno una loro visione, tuttavia, nel settore olistico, è importante riuscire a “leggere tra le righe” e non ascoltare in maniera diretta quello che loro ti dicono essere il problema.

Tante visioni per lo stesso problema

Per un’attività più “pratica” una domanda del genere può darti le risposte giuste (per esempio: “Qual’è la tua più grande sfida quando si tratta di cucinare la pizza Capricciosa” se tu volessi creare un corso per pizzaioli), ma, per il settore Olistico e dell’aiuto, specie nelle relazioni, si tratta di una questione complessa. Chiedendo infatti alla propria cerchia qual è la più grande sfida riguardo alle relazioni, ogni persona darà la propria visione.

Il risultato è che ti ritrovi con tante risposte ma ognuna con un’angolazione differente senza però riuscire a capire qual è il “pattern”.

L’aspetto che “arriva in salvo”, a questo punto, è la tua capacità di leggere tra le righe, quell’aspetto che di solito ti mette in difficoltà quando devi creare i contenuti, ovvero il sentire subito la soluzione.

Quando ti capita di sentire tante persone che si lamentano rispetto ad un determinato argomento e senti che si presenta sempre la stessa narrativa, tu devi prendere quest’ultima e farla diventare qualcosa di tangibile.

Tu puoi leggere la narrativa

In altre parole: non ascoltare alla lettera quello che le persone ti dicono, perché in realtà è una narrativa che sta parlando al posto della persona. I coach solitamente non fanno questo errore quasi mai quando devono lavorare con un cliente, tranne quando si tratta di promuoversi.

In quel caso è come se entrassero in modalità “persona normale” (probabilmente perché sentono che le cose non stanno funzionando e questo abbassa un pò i livelli energetici).

In una situazione del genere, però, è importante capire che hai la possibilità di leggere tra le righe. La tua capacità di lettura è insomma il tuo superpotere come coach e counselor.

La fonte (e non il sintomo) diventa quindi la soluzione per capire cosa ti stanno dicendo le persone, proprio perché in quel momento la loro narrativa non ti può dare dati sufficienti per poter trarre delle conclusioni rispetto

  • Al prodotto che vuoi creare
  • Al nuovo contenuto che vuoi pubblicare

In conclusione:

La domanda

Qual è la tua più grande sfida?

nel nostro settore non può funzionare perché abbiamo a che fare con il fattore umano.

Tu però puoi essere la risposta a tutto questo perché sei in grado di leggere la narrativa di quello che le persone stanno dicendo.

Spero come sempre di esserti stato utile e che l’articolo ti possa aiutare nel tuo lavoro.

Un abbraccio, a presto!

Creazione Messaggio Autentico - Percorso Online per comunicare in modo autentico
Chi sono

In un mondo in cui il "vendere" arriva prima dell'aiutare, è diventato difficile per chi, come te, si dedica agli altri per vocazione...

Marco Munich è un consulente marketing che, attraverso un marketing etico ed estremamente personalizzato, aiuta Life Coach, Counselor e Professionisti dell’olistico a creare contenuti intuitivi, che arrivano al cuore delle persone, raggiungendole nel loro spazio.

>