fbpx

Costruisci il tuo pubblico, anche se non hai ancora un prodotto

PER NON PENTIRTENE IN FUTURO ;)


Marco Munich, Consulente Marketing per Life Coach, Counselor e Operatori Olistici

Spesso, nelle consulenze, mi capita di sentire un tono di rammarico riguardo i contenuti:


"Eh ormai ne stanno parlando tutti"

"Ormai è troppo tardi per poter scrivere di quell'argomento, è saturo"

"Avrei potuto costruire un pubblico, ma ora cosa vuoi...è tardi"

Il tempo per iniziare è ora!

Lascia perdere quello che pensi e semplicemente fai un'azione che puoi fare già ora, infatti devi sapere che, per quanto riguarda la costruzione del TUO PUBBLICO, il tempo non è mai finito, ma è sempre OGGI.
Questo perché quello che molti imprenditori sbagliano è pensare in modo "Standardizzato", cioè pensare che fondamentalmente "Io o un'altro collega, se parliamo della stessa cosa, siamo uguali"... 
E invece no! non siete uguali! Ognuno è differente e perciò ha anche un suo modo di dire o scrivere la stessa cosa, che può piacere più o meno, questo crea, appunto, la differenza.

"Si ma se non so di cosa parlare, che senso ha?"

Non ti preoccupare nemmeno di questo, infatti, se desideri costruire questo pubblico anche senza prodotto, non importa se non hai un focus preciso e non importa (ora) parlare di business: puoi ancora costruire il tuo pubblico basandoti, per adesso, sulle tue caratteristiche personali, insomma, costruisci prima la tua personal brand.

Come posso iniziare?

Iniziare parlando di qualsiasi cosa che ti interessi, partiamo da qui.
Questo ci serve, prima di tutto, per basare il tuo futuro business su delle persone a cui piace prima di tutto il tuo carattere, poi il prodotto.

Devono prima amare i tuoi valori, essere allineati con ciò che sono i tuoi interessi, ciò che ami e odi: avere un pubblico così e costruisci sopra un business è mille volte meglio che non averne uno affatto e poi, di punto in bianco, iniziare a parlare di business.

MI RACCOMANDO

In questa fase, la tua narrativa interna negativa, salterà fuori come la schiuma del bicchiere, questo perché sicuramente non troverà una logica nel fare questo e perché richiede più tempo rispetto ad altre pratiche più veloci, ma che sono un incognita nel 90% dei casi (si salva quel 10% che per puro caso "indovina" il modo di dialogare corretti, per quelle persone che ti seguono). Se vuoi giocare coi numeri, prego...

Come fare?

  • Condividi un idea che trovi interessante o utile per te, poi pensa a condividerla sui social, nella piattaforma che preferisci.
  • Un articolo o un libro che hai letto che senti che ti ha dato molto e che trovi interessante o utile, cerca di riassumere le parti più importanti e farne un post sui social.
  • Un video che ti è VERAMENTE piaciuto (ho messo in grande "Veramente" a ragion veduta perché non devi condividere tutto ma solo ciò che ti ha realmente colpito, questo è importante, altrimenti ottieni l'effetto contrario alla costruzione).  Stessa cosa, condividilo e spiega perché ti ritieni importante vederlo, vale anche per ciò che non ti è piaciuto.
  • Qualcosa che non ti piace per niente (spiegando il motivo, ovviamente) questo è MOLTO importante per allenare e sbloccare il tuo "DIRE CIÒ CHE PENSI"
  • Se hai già un idea di quello che è la tua passione (se non sai proprio quale possa essere, ti consiglio questo mio post su facebook) inizia una nuova pagina Facebook usando il tuo nome, all'inizio, per farti conoscere, poi puoi sempre cambiare il nome della pagina, più avanti nel tempo.
  • Condivivi contenuti di altri, se parlano di passioni tue. Nel tempo, quando ti farai coraggio, inizierai ad avere una tua opinione sulle cose e da li in poi sicuramente comprenderai molto, su di te e sul tuo pubblico. Ti ricordo questo mio video su Facebook "Le tre fasi della creazione di un contenuto"

Qualsiasi cosa tu faccia, falla ora.

Da qualunque social tu abbia deciso di partire, cerca di farlo da quello più in linea a te, quello su cui ti senti più allineato, che sia Facebook, Instagram, Youtube, Linkedin, Twitter o Pinterest, uno qualsiasi di questi è abbastanza grande da permetterti di costruire un tuo pubblico.


Mi raccomando, cerca di puntare sul contenuto autentico.


In futuro, quando sarai pronto per promuovere il tuo prototipo di prodotto o servizio, avrai un pubblico che ti conosce già e che si fida di come sei.

La Fantasia della "Promozione Istantanea"

Quanti potenziali clienti mi chiedono "tutto e subito", praticamente tutti chiedono di essere conosciuti al loro pubblico, all'istante. C'è questa errata concezione che "basta parlare del prodotto e il prodotto parla di sé"...

Non è proprio così, infatti, se non hai un pubblico con cui iniziare, hai già finito.

La promozione fatta in questo mondo, generalmente funziona in due casi:

  1. Vendi qualcosa di generico, cioè un prodotto che sai già che acquistano tutti e di cui le persone cercano un brand di cui fidarsi.

  2. Hai almeno 1000€ al mese da investire in pubblicità.

Ovviamente quando dico questo: la risposta istintiva è quella di cercare la soluzione che sia una via di mezzo tra quello che ti ho appena descritto e quello che non hanno loro, cioè il budget.


Purtroppo questo tipo di imprenditore non comprende che serve tempo per queste cose e finisce nel 90% dei casi, un totale disastro.

"Quando saremo pronti..."

Un'altro tema caldo, è quello "dell'essere pronti".

A volte mi sento dire: "Quando saremo pronti venderemo, solo dopo faremo la promozione, ma non ha senso farla ora che non abbiamo nemmeno il prodotto..."


Perché una persona dovrebbe acquistare da te solo perché "È uscito il tuo prodotto"?

Non puoi aspettarti che il publico sia li, pronto ad acquistare (si, anche se gli mostri che il tuo prodotto o servizio è "unico") se prima non ti conosce.

Va preparata la strada, molto prima di uscire con il prodotto o servizio.

"Assumo un marketer, poi loro fanno i funnel"

Ne un Marketer, ne un Copywriter, ti salveranno.
Non c'è copy fatto da Dio, ne Marketing fatto in maniera eccellente che possa creare pubblico. Questa è una fantasia.


lo scrivo sentendomi anche in colpa, in passato infatti, ho pensato anche io che bastasse.


Però "svegliarmi" non ha cambiato la realtà, lo continuo a vedere: messaggi creati da agenzie di alto livello, non riuscire a portare a risultato il cliente, o, peggio ancora:
Portare a risultato un cliente SOLO CON IL MARKETING, oscurando il cliente stesso e obbligandolo ad una vita di "promozioni, codici sconto" il tutto per restare in vita: questo non è marketing. (o quantomeno, non lo è più...)


Se invece costruisci PRIMA il tuo pubblico e DOPO cerchi di conoscerli meglio iniziando a creare contenuto che punti verso "una meta", avendo osservato prima come si muovono e cosa dicono, sarai in grado di attrarre clienti velocemente e senza manipolazioni.

Cosa significa "Avere un pubblico"

Significa: 

  • Avere condiviso contenuto utile a loro e, a loro volta, avere un numero "x" di persone che interagiscono quasi ogni giorno con i tuoi contenuti.

    o

  • Essere un bravo networker, essere un "connettore" di eventi e situazioni (e persone) con cui hai relazioni di tutti i generi che sono ben disposti ad aiutarti a promuovere il tuo business, quando è il momento.


Lo scopo finale è averli entrambi, ma ovviamente intanto, meglio assicurarsi di averne almeno uno dei due.

 

Ovviamente, tra i due, il più "disponibile" è ovviamente costruire il proprio pubblico attraverso il contenuto, piuttosto che con le conoscenze.
Avere un personal brand incentrato su ciò che ami è molto importante  perché, proprio come un vestito o un oggetto esterno, potrai cambiare business più facilmente, facendo girare il business intorno a te e non tu intorno al business.


Non aspettare di trovare la nicchia giusta.

Questa è un'altra fantasia, infatti la realtà è ben diversa.
Qui ne parlo meglio.


Per ora, sappi questo:
Trovare la nicchia > Promuoversi e trovare clienti


Costruire il tuo pubblico > Conoscerli e Farti conoscere > Creare il tuo marketing e la tua offerta > Trovare clienti


Tra circa 10 anni (a partire dal 2020)

Con la crescita costante e veloce dell'intelligenza artificiale che stiamo vivendo, (qui trovi info) L'uomo farà sempre più fatica a trovare lavoro.


E questo non accadrà tra 40 anni, ma tra 10.

Sviluppare capacità imprenditoriali sarà sempre più "una cosa normale" proprio perché il ruolo della mente e della capacità umana, si sta spostando verso l'imprenditorialità (o la mini imprenditorialità, come viene a volte definita "sminuendo")


Riassumento:

Quando è il miglior momento per piantare radici? 

Ieri.


Quando è il migliore momento per agire? 

Oggi.


Vale anche per il tuo personal brand (fortunatamente forse non avrai bisogno di 10 anni).


Che tu abbia un business o meno, costruire un pubblico è diventato un asset.

La scelta sta a te, occhio però, perché il mondo là fuori corre...

>