fbpx

Come puoi creare una presenza online senza sentirti disonesta?

Photo by Lesly Juarez on Unsplash

Come puoi creare una presenza online senza sentirti disonesta?

Dedicato a Coach, Counsellor e Operatori Olistici

Sentirsi “corrotti” a voler vendere in un settore e in un paese (l’Italia) in cui la vendita è vista come qualcosa da cui stare alla larga, qualcosa da piazzisti, un luogo in cui c’è sempre “la fregatura”, specialmente nel Coaching e in tutto ciò che può essere considerato Interpretabile o soggettivo è sicuramente uno dei più grandi problemi che riscontro, praticamente ogni giorno.

Spesso poi, questa forma mentis si percepisce anche sotto forma di narrativa interna e anche attraverso la procrastinazione (argomento di cui ho scritto una mini guida molto utile, che puoi trovare qui: http://bit.ly/procrastinazione_creativa)

Per rispondere a questa domanda, te ne faccio un’altra

“In che modo la vita ti ha preparato ad essere un mentore per gli altri?”

Quanto penso a questa domanda, penso al film “The millionaire”

Jamal Malik, Protagonista del film “The Millionaire”

“Jamal Malik, un diciottenne musulmano cresciuto nelle baraccopoli di Mumbai, sta partecipando come concorrente alla versione hindi del quiz televisivo Chi vuol essere milionario?. La tensione in studio è palpabile e, davanti a un pubblico incredulo, il giovane risponde a tutte le domande arrivando all’ultima decisiva, che potrebbe valergli il premio di venti milioni di rupie (circa 250 000 euro), una vera fortuna per un indiano. In alcuni fuori onda si vede che il conduttore Prem Kumar, avendo preso in antipatia il ragazzo, tenta di dissuaderlo dal continuare la partita ricorrendo anche a degli stratagemmi, come il suggerirgli una risposta sbagliata, della quale Jamal peraltro diffida scegliendo quella giusta. Il conduttore, anch’egli di umili origini, non si capacita di come un giovane di tale estrazione possa conoscere tutte le risposte. La sirena annuncia il termine della puntata, che riprenderà il giorno seguente, e subito dopo, su indicazione del conduttore convinto di una frode, Jamal è arrestato dalla polizia che lo interroga e lo sottopone nottetempo a tortura.

Da quel momento il ragazzo ripercorre le tappe della sua vita, da quando era un bambino di strada: ogni risposta data in trasmissione, infatti, corrisponde a qualcosa che ha imparato nei momenti cruciali.”

Trailer 👇

Perché mi viene in mente questo film?

Perché, proprio come Jamal, anche la tua storia e tutto quello che ti è successo fino ad ora (dalla cosa più insignificante, alla più ovvia) è servito a dare la risposta a questa domanda: “In che modo la vita ti ha preparato ad essere un mentore per gli altri?”

Cosa bisogna fare dunque?

Una presenza online autentica e genuina deriva da uno spazio di non richiesta e lo spazio di non richiesta si sviluppa dal raccontare di te, in relazione a quell’argomento (problema che vuoi risolvere) fornendo, sempre attraverso la tua esperienza e la tua visione della vita, la soluzione CHE PER TE È PIÙ ADATTA.

Fondamentale il “Per te” perché attraverso la tua lente, puoi dare alle persone una prospettiva che potenzialmente si adatta al loro occhio facendo loro scoprire qualcosa che non hanno mai provato prima.

Una delle sensazione più comuni, dopo aver incontrato un contenuto che viene da uno spazio di non richiesta è sentirsi compresi e, ancora più “forte”, il messaggio che passa tra le righe: “VAI GIÀ BENE COME SEI”.

Questo, secondo la mia visione, è il modo giusto per creare una presenza online sincera.

Un abbraccio.

Marco Munich

In un mondo in cui il "vendere" arriva prima dell'aiutare, è diventato difficile per chi, come te, si dedica agli altri per vocazione... Marco Munich è un Imprenditore che, attraverso un marketing etico ed estremamente personalizzato, aiuta Life Coach, Counselor e Professionisti dell’olistico a risuonare nella mente del loro potenziale cliente, rimanendo centrati su sè stessi, senza quel senso di "disonestà".

>